Quaderni dei Georgofili

Profilo della zootecnia da latte in provincia di Sondrio: aspetti tecnici, economici e ambientali

Massimo Timini*

Accademia dei Georgofili
Pagine: 9
Collana: Quaderni dei Georgofili
Contenuto in: La zootecnia da latte nelle aree montane: il caso della Valtellina

Copyright Accademia dei Georgofili

La provincia di Sondrio, situata al centro delle Alpi, conta tuttora su una importante attività zootecnica. Negli anni si è assistito ad una drastica diminuzione del numero delle aziende, ma anche ad un aumento del numero medio di capi allevati per azienda, ed ad un forte sviluppo della cooperazione. Questo per evidenti ragioni di adeguamento e confronto con un mercato diverso da quello tradizionale. Continua ad essere importante anche la pratica del pascolo estivo in alpeggio, sia pure con numeri più limitati. Così come permane una certa attività legata alla tradizione, che si appoggia sulle piccole latterie di paese, che destina la produzione ad autoconsumo o ad un mercato di nicchia, ma che è importante per la coltivazione delle superfici definite come marginali. Oltre ai conosciuti problemi legati ai costi di produzione, il settore si trova ad affrontare anche quelli derivanti dalla contrazione delle superfici foraggiere di fondovalle, con conseguenti problematiche nella gestione agronomica dei reflui zootecnici. Necessario per il futuro il raggiungimento di un equilibrio che possa soddisfare le esigenze economiche degli imprenditori agricoli con il miglior assetto territoriale e paesaggistico, ed il mantenimento della tipicità dei prodotti.

Abstract

The Province of Sondrio, in the middle of the Alps, still has a major livestock activitiy. Over the years there has been a drastic reduction in the number of farms but also an increase in the average number of animals breeded by each farm and a strong developtment of cooperation. This has happened for obvious reasons of adjustment and comparison with a different market than the traditional one. It keeps being important the practice of summer garzing in mountain pasturage, although with small numbers. The same way a certain activity remains bound to tradition, which relies on small dairies of the village allocating production to consumption or to a niche market, but it is important for the cultivation of the areas defined as marginal. In addiction to the known problems associated with producion costs, the sector is facing even those arising from the contraction of forage in the valley, with consequent problems in the agricultural management of manure. It is necessary in the future the achievement of a balance that can satisfy the economic needs of farmers, the best planning and landscaping, and maintenance of the typicality of products.